Author Topic: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica  (Read 45667 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline cvmc17

  • Novizio del forum
  • *
  • Posts: 9
  • Karma: 2
  • Novizio
Re: Re: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica
« Reply #90 on: 02 March , 2012, 14:32:57 PM »
Non farti prendere dal panico. Andiamoci per ordine.
Prendendo l'EC8 Annex A, abbiamo le formulazioni per determinare la pressione impulsiva (paragrafo A.2.1.2, formula A.1) e quella convettiva (paragrafo A.1.2.3, formula A.7) e fin qui indipendentemente dalla flessibilità/rigidezza delle pareti.
I confronti che abbiamo condotto si riferiscono a tutti quei parametri che qui intervengono e cioè coefficienti di moto impulsivo e convettivo. massa impulsiva e convettiva, altezze ecc ecc.. pertanto tutti i discorsi fin qui condotti rimangono validi.
A seguire, nel paragrafo A.3 si parla dei serbatoi deformabili fissati alla base per poi fornire al paragrafo A.3.2.2 la tabella dei coefficienti utili a determinare tutti i parametri. L'unica cosa che varia al variare della rigidezza delle pareti è il calcolo dei periodi dei due moti Tinv e Tconv.

Si, è corretto, quello che dici è ben specificato all'inizio del paragrafo A.3, in cui dice che la componente impulsiva e quella legata allo sloshing non variano con la flessibilità della parete.

Offline cvmc17

  • Novizio del forum
  • *
  • Posts: 9
  • Karma: 2
  • Novizio
Re: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica
« Reply #91 on: 02 March , 2012, 16:36:41 PM »
Ho implementato in un foglio excel la formulazione semplificata da EC8 e secondo le IITK, arrivando a confrontare le sollecitazioni globali Q, M e M' a parità di accelerazione applicata (ovvero l'Se(Timp) e l'Se(Tcon) ricavati dallo spettro agli SLV) .



Come vi vede le sollecitazioni trovati sono pressochè le stesse, e questo mi porta a pensare che, malgrado la piccola variabilità tra i parametri e la differenza tra Ci e Cc, ala fine la formulazione è la stessa. Variando il rapporto H/R, le cose tendono a migliorare ulteriormente, ovvero per valori piccoli le due formulazioni si avvicinano, lo stesso per valori alti.

Questo alimenta ancor di più la positività nel poter prendere le formule indiane per stimare le pressioni da applicare alla superficie del serbatoio, visto che l'EC8 non ci viene molto incontro su questo tema.

Offline afazio

  • Veterano del forum
  • ****
  • Posts: 663
  • Karma: 273
  • dovizio mi delizio
    • CI si vede al Bar
Re: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica
« Reply #92 on: 02 March , 2012, 16:53:30 PM »
Ho implementato in un foglio excel la formulazione semplificata da EC8 e secondo le IITK, arrivando a confrontare le sollecitazioni globali Q, M e M' a parità di accelerazione applicata (ovvero l'Se(Timp) e l'Se(Tcon) ricavati dallo spettro agli SLV) .



Come vi vede le sollecitazioni trovati sono pressochè le stesse, e questo mi porta a pensare che, malgrado la piccola variabilità tra i parametri e la differenza tra Ci e Cc, ala fine la formulazione è la stessa. Variando il rapporto H/R, le cose tendono a migliorare ulteriormente, ovvero per valori piccoli le due formulazioni si avvicinano, lo stesso per valori alti.

Questo alimenta ancor di più la positività nel poter prendere le formule indiane per stimare le pressioni da applicare alla superficie del serbatoio, visto che l'EC8 non ci viene molto incontro su questo tema.
perfetto
a te va il mio ringraziamento
se poi hai voglia di condividere il tuo lavoro ovviamente non troverai alcun ostacolo .... anzi

ciao
« Ogni qualvolta una teoria ti sembra essere l’unica possibile, prendilo come un segno che non hai capito né la teoria né il problema che si intendeva risolvere. »
K.P.

Offline cvmc17

  • Novizio del forum
  • *
  • Posts: 9
  • Karma: 2
  • Novizio
Re: Re: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica
« Reply #93 on: 02 March , 2012, 18:29:07 PM »
Per la determinazione delle altezze h'i ed h'c nel documento indiano sono riportate le formule che seguono:


Qui occorre notare la presenza di uno 0.125 che sembrerebbe essere un fattore moltiplicativo. Però, traciando il diagramma tenendo conto di questo fattore si ottiene una curva completamente differente da quella che lo stesso documento indiano riporta a pagina 17. Provando invece a plottare il diagramma non tenendo conto di questo fattore si ottiene una curva praticamente identica a quella del documento, salvo solo per il salto presente in corrispondenza di H/D=1.33.
Ritengo pertanto che quel 0.125 sia un refuso da topografia anche notando che laddove le formule prevedono un fattore moltiplicativo questo è posto prima della frazione.

Nei diagrammi che seguono è riportata la sovrapposizione tra curve da EC8 e documento idniano.



In ascissa H/D. Curve rosse da EC8.

Nessun commento se non quello che ritengo che possano utilizzarsi le formulazioni del documento indiano anziche le interpolanti.


PEr quanto riguarda questa formula, il refuso c'è, ma l'errore non sta nella presenza del 0.125. Tale termine va sottratto all'espressione, come avviene per i serbatoi rettangolari.

La stessa formulazione di fattori è adottata anche nelle norme ACI 350.3.

Offline afazio

  • Veterano del forum
  • ****
  • Posts: 663
  • Karma: 273
  • dovizio mi delizio
    • CI si vede al Bar
Re: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica
« Reply #94 on: 02 March , 2012, 20:26:14 PM »

PEr quanto riguarda questa formula, il refuso c'è, ma l'errore non sta nella presenza del 0.125. Tale termine va sottratto all'espressione, come avviene per i serbatoi rettangolari.

La stessa formulazione di fattori è adottata anche nelle norme ACI 350.3.

Lo 0.125 sottrae solo il numeratore o l'intera frazione? Forse cosi sparisce quel gradino?
« Ogni qualvolta una teoria ti sembra essere l’unica possibile, prendilo come un segno che non hai capito né la teoria né il problema che si intendeva risolvere. »
K.P.

Offline cvmc17

  • Novizio del forum
  • *
  • Posts: 9
  • Karma: 2
  • Novizio
Re: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica
« Reply #95 on: 03 March , 2012, 12:02:18 PM »
L'intera frazione! Non ho plottato l'andamento sinceramente, ma si, io credo che così facendo quel gradino se ne vada, in modo da avere un andamento come quello rappresentato in fondo alle norme.

zax2010

  • Guest
Re: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica
« Reply #96 on: 03 March , 2012, 12:18:50 PM »
Effettivamente imponendo h/D=1.33 (o che è lo stesso D/h=0.75) il valore utilizzando la prima formula è 0.443, ovvero simile al limite di 0.45 imposto dalla seconda formula per valori di h/D superiori a 1.33

Lo scalino nella formulazione in effetti stona.

jimmyjjohn

  • Guest
Re: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica
« Reply #97 on: 06 January , 2014, 15:43:57 PM »
In cemento armato contenenti un liquido di densità nota.

Offline g.iaria

  • Veterano del forum
  • ****
  • Posts: 627
  • Karma: 220
Re: Serbatoi cilindrici in c.a. in zona sismica
« Reply #98 on: 06 January , 2014, 19:59:03 PM »
In cemento armato contenenti un liquido di densità nota.
Sono d'accordo.
Un bravo scienziato è una persona con delle idee originali.
Un bravo ingegnere è una persona che fa un progetto che funziona con il minor numero possibile di idee originali.

Freeman Dyson

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24