Author Topic: gruppo di continuità  (Read 3638 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline BidiBLU

  • Semi Esperto
  • **
  • Posts: 99
  • Karma: 16
gruppo di continuità
« on: 12 May , 2011, 17:32:50 PM »
ciao a tutti,
ho acquistato un ups (ups riello idialog plus 80)  ma la manualistica è abbastanza scarna per chi, come me, ha scarse nozioni di informatica e quindi vi chiedo una mano circa il "come utilizzarlo"......

seguendo le istruzioni della guida (minimale) ho collegato l'ups alla presa (tramite una "ciabatta") e l'ho lasciato caricare per circa 7 ore. Il display ha mostrato subito mostrato il livello di carica della batteria con un "led" che indica lo stato dell'ups (in stand-by in quel caso).

A questo punto ho collegato la presa del pc e del monitor all'ups. Per accendere il pc si deve accendere prima l'ups (e si sente un "beep") e poi il pc (e il monitor)  (stampanti, casse e altro sono collegati ad un'altra presa e li accendo quando serve). Il display dell'ups mostra il livello della batteria (ora al massimo), il livello del carico (dovrebbe essere la "potenza" che assorbe il pc -e il monitor- dall'ups) e un led che mostra che ora l'alimentazione avviene dalla rete.
Quando devo spegnere il pc, lo faccio con la procedura "normale" (start -> spegni computer...) quindi spengo l'ups che "passa" in stand-by.

A questo punto posso "spegnere" la "ciabatta" e quindi staccare la spina dalla presa (come facevo prima di comprare il riello) cui ora è collegato l'ups? o devo lasciarla accesa e quindi lasciare che il gruppo di continuità sia sempre in stand-by?

grazie in anticipo a tutti :-)

zax2010

  • Guest
Re:gruppo di continuità
« Reply #1 on: 12 May , 2011, 17:55:33 PM »
Come tu ben sai lo spegnimento del computer è fittizio. Ovvero su di esso si ha lo stesso tensione.
Te ne puoi accorgere in alcune schede madri dal led posteriore della presa di rete che ti rimane sempre accesa, oppure dai led sulla tastiera (num lock, ecc.) che non si spengono mai del tutto.

In teoria quindi la tecnica "bretelle+cintura" che hai utilizzato fino a questo momento, ovvero di staccare fisicamente la presa dal muro, potrai continuare a seguirla.
Una volta che le batterie del gruppetto sono cariche, spegnendo tutto, quindi senza alcun carico, non c'è motivo che le batterie si scarichino.

Se tu non staccassi la spina e non spegnessi l'ups il computer rimane sotto tensione con tutti i pericoli del caso.
Chi non ha mai vissuto in zone con corrente poco stabile non capisce determinate accortezze, ma anche a computer spento e ups attivo, a volte arrivano "sberle" che nemmeno il migliore degli ups riesce a filtrare.

In ultimo chi ti parla ha attualmente nel suo studio una caterva di gruppetti (uno per ogni computer, più uno per il plotter ed uno per l'hub di rete), non già per assicurarsi la prosecuzione del lavoro alla interruzione della corrente, quanto per cercare di "resistere" alle oscillazioni della tensione.
Ogni anno, nonostante l'acquisto del gruppetto "che ha le batterie sostituibili", "che ha la scheda intercambiabile", ecc. me ne muoiono in media 5-6.
Tra l'altro sono rifiuto speciale e vanno smaltiti da apposito operatore (cosa che faccio, con relativo scarico dall'inventario), che li ritira facendosi pagare. Per cui mi costano 2 volte.

Anzi, approfitto dell'apertura del topic da parte di Bidi per infilarmi a gamba tesa. Gruppetti APC? Dicono siano i migliori. E' vero?
Piuttosto che un computer-un gruppo da sempre avrei il desiderio di raggruppare più computer su un unico gruppo. Come calcolare in questo caso le caratteristiche che il "gruppone" dovrebbe avere?

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24